Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

CHIARIMENTI SULLA RACCOLTA A SAN PIETROBURGO DELLE ISTANZE DI VISTO

Alcuni siti russi online hanno pubblicato informazioni inesatte relativamente alle nuove modalità di gestione dei visti a San Pietroburgo.

Il Consolato Generale d’Italia a San Pietroburgo continua ad avvalersi dei servizi di esternalizzazione della società VMS (Visa Management Service Srl), solo ed esclusivamente per le istanze di visto provenienti da persone residenti  San Pietroburgo | Visa Managment Service (italy-vms.ru) in questa circoscrizione consolare (città di San Pietroburgo, regioni di Leningrado, Murmansk, Pskov, Novgorod, Vologda e Arkhanghelsk, Repubblica di Carelia).

Il Consolato Generale d’Italia a Mosca si avvale invece dei servizi della società VMS per le istanze di visto provenienti esclusivamente da persone residenti nella città di Mosca, e della società Almaviva Russia Srl  – per le istanze di visto provenienti da persone residenti nelle altre regioni della Federazione Russa, rientranti nella sua competenza territoriale.

Si precisa dunque che le notizie diffuse dai giornali online riguardano l’apertura di un nuovo centro della menzionata società Almaviva a San Pietroburgo, che dall’8 dicembre accetterà le istanze di visto provenienti da persone residenti nelle regioni per cui è competente l’Ufficio Visti del Consolato Generale d’Italia a Mosca. Le domande di visto saranno trasmesse da Almaviva al Consolato di Mosca per essere processate. Concluso l’iter, il passaporto verrà restituito tramite Almaviva al richiedente.